Buyer meets Italian Cellar

banner_wp09Wine Pleasures ha creato il concetto di “laboratori commerciali” relazionati con il settore vitivinicolo e conosciuti come “Wine Pleasures Workshop: Buyer meets Italian Cellar” (Compratori incontrano cantine Italiano). Tali laboratori commerciali hanno come obbiettivo offrire a piccole e medie cantine vinicole la possibilità di avere dei contatti, in modo dettagliato, con piccole e medie imprese internazionali: compratori, importatori e/o distributori di vini nei propri paesi di origine. Per mezzo della partecipazione a questi laboratori, tanto le cantine venditrici come le imprese compratrici, beneficano della possibilità di conoscersi a vicenda in un ambiente efficiente, a basso costo economico e confortevole, permettendo la concretizzazione di transazioni commerciali favorevoli per ambi due le parti.foto6

La differenza con le tipiche fiere di alimentazione e bibite, saloni del vino, mostre del vino, roadshows, ecc., il Workshop è chiuso al pubblico in generale. In due giorni intensivi, le cantine sostengono interviste produttive, previamente concertate, con compratori attentamente selezionati, nel contesto di una riunione privata.

Wine Pleasures, come norma, invita più compratori che produttori, in modo di garantire così che le cantine riempiano le loro agende. Wine Pleasures, prima di fare un invito ad un compratore, realizza un processo di selezione con la finalità di identificare quelli seri, solventi e con un reale interesse per i vini di Italia. Quelli che cercano di venire solo in vacanze sono rifiutati.

Per 2 giorni, con un totale di 15 ore, si possono realizzare 20 interviste utili di 40 minuti tra cantine e compratori. Se è necessario più tempo o più interviste, si possono fare durante il pranzo o la cena di lavoro o tardo pomeriggio

foto7Le cantine valorizzano molto positivamente i Wine Pleasures Workshops, per le opportunità che gli si offre mettendole in contatto con un gran numero di compratori provenienti di vari paesi, in una maniera efficace che gli risparmia tempo e denaro.

Così possono incrementare la vendita dei suoi vini al mercato estero per mezzo di nuovi importatori. Nello stesso modo, i Wine Pleasures Workshops risultano molto interessanti anche per i compratori, perché offrono l’opportunità, per i due giorni programmati, di ampliare il loro portafoglio di cantine e vini ad un livello internazionale, mantenere negoziazioni e coltivare relazioni già esistenti con le cantine, risparmiando così tempo e viaggi.

One response

13 08 2009
Morris Flory

We are interested in marketing our Winery. Could you please advise?
Thanks, Morris

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




%d bloggers like this: